La filiera alimentare su blockchain

By novembre 7, 2018technology

Fondata nel 2014 da Massimo Morbiato e ospitata nel Galileo Visionary District, incubatore dell’università di Padova, la start up padovana EZlab ha sviluppato AgriOpendata, la prima applicazione al mondo che utilizza la tecnologia blockchain per la tracciabilità alimentare. Proprio grazie a questa innovazione nell’aprile 2017 è risultata l’unica startup italiana selezionata, assieme ad altre 9 provenienti da tutto il mondo, da Thrive, acceleratore di riferimento a livello mondiale per il settore dell’agrifood, con sede a Salinas (California). A seguito di quest’esperienza, Ez Lab ha aperto una sede a San Francisco, con l’obiettivo di proporre l’applicazione anche nel mercato statunitense.